Ecofemminismi. Il lavoro culturale

ARTICOLO 1. Ecofemminismi

Qual è stato il peso di questi stereotipi legati al carattere universale della scienza? E quanto hanno potuto agire entro il senso comune, spingendosi fin dove il pregiudizio, legato a ciò che è scientifico e a ciò che non lo è, è stato inteso come oggettivamente valido in molti ambiti dell’esistenza? Una considerazione di questo tipo oggi più che mai si staglia come un elemento di riflessione che va considerato prioritario, in quanto non riguarda solo i movimenti ecofemministi nella loro pluralità, né un punto di vista che interessi una qualche distinzione di genere, specie, razza, orientamento sessuale e/o politico e così via.


Oggi su Il lavoro culturale esce il primo di due articoli che ho pensato e proposto come condivisione di una mia riflessione sul presente. Storie che creano mondi e mondi che creano storie. Disinnescare il rapporto tra scienza e mascolinità per rendere pensabile il futuro è il primo dei due articoli. Grazie infinite alle autrici di Femminismi futuri e alle organizzatrici del circolo di lettura Aperitivo con libro per aver creato quell’occasione così fervida di dialogo e di attenzione reciproca che è stato l’incontro su Zoom del 14 giugno scorso. Grazie infinite alla redazione de Il lavoro culturale per aver permesso che alcune mie riflessioni intorno all’ecofemminismo e al libro Femminismi futuri avessero seguito.


Anteprima Ferrante su Leggendaria #141-142

Il numero doppio #141-142 di Leggendaria a tema Scuola, torna a settembre pubblica in anteprima il primo capitolo del mio libro di prossima uscita da Iacobelli editore, Il libro di tutti e di nessuno. Elena Ferrante un ritratto delle italiane del XX secolo. Nell’ambito di questo numero di Leggendaria sono stati infatti realizzati tre interessantissimi focus: Democrazia, Eterossessualità, e Elena Ferrante. Ben 100 pagine con la versione in Pdf a colori!

Il libro di tutti e di nessuno. Elena Ferrante un ritratto delle italiane del XX secolo sarà pubblicato a settembre 2020 a cura di Anna Maria Crispino, direttore di Leggendaria e socia fondatrice della SIL-Società Italiana delle Letterate, e comprende l’illustrazione ragionata di tutto il mio lavoro di ricerca e rielaborazione sull’opera e sulla figura pubblica di Elena Ferrante a partire dal mio primo intervento per SIL – Società Italiana delle Letterate nel 2012, e i successivi lavori per Doppiozero e Il lavoro culturale, passando per la pubblicazione in Germania di Neapolitanische Puppen. Ein Essay über die Welt von Elena Ferrante da LAUNENWEBER Verlag e per la relazione al convegno internazionale Elena Ferrante Genealogie e archeologie del XX secolo Università di Lipsia novembre 2019, fino all’analisi dell’ultimo libro di Elena Ferrante La vita bugiarda degli adulti.


14 giugno ore 19 Femminismi futuri

Sono davvero lieta di poter raccontare perché a mio avviso sia importante leggere un libro come Femminismi futuri edito da Iacobelli editore per meglio comprendere il delicato momento che stiamo attraversando ma non solo. I saggi presenti in questo libro sono di particolare interesse anche per tutti coloro che si occupano di narrativa, poesia, filosofia, arte e ecologia e fossero interessati a comprendere quali direzioni altre poter intraprendere alla luce di questo presente nuovo di zecca. L’incontro sarà inoltre arricchito dalla presenza di alcune autrici del libro in dialogo con noi. Anna Maria Curci, Patrizia Sardisco, Cristina Polli e Contemporanea fondo librario vi aspettano!

Per partecipare all’evento gratuito scrivere a annamaria.curci@tiscali.it

Per leggere l’articolo in cui tra l’altro mi riferisco al libro

Per acquistare Femminismi futuri in formato digitale o cartaceo